GIORNATA INTERNAZIONALE PER L'ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA SULLE DONNE

25 NOVEMBRE

GIORNATA INTERNAZIONALE PER L'ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA SULLE DONNE

IL SOGNO DI IPAZIA

in scena al Teatro Belli

nella Giornata Internazionale per l'Eliminazione della Violenza sulle Donne

 

Non sono poi tante le donne che hanno avuto la possibilità di distinguersi nella scienza, nella matematica, nella filosofia, considerate appannaggio esclusivo del mondo maschile. Molte hanno dovuto pagare con la vita la loro passione. La figura di Ipazia è esemplare. Una martire della libertà di pensiero. Ipazia rappresenta il simbolo dell’amore per la verità, la ragione e la scienza. La sua tragica storia deve essere di esempio soprattutto oggi. Dove in molte parti del mondo il fondamentalismo non è morto. Ancora oggi si uccide e ci si fa uccidere in nome della religione. Anche nei nostri civili e materialistici paesi industrializzati avvengono assurde manifestazioni di oscurantismo.

il 25 novembre, giornata che le Nazioni Unite hanno designato come la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, data scelta in ricordo dell’assassinio delle sorelle Mirabal che mentre si recavano a far visita ai loro mariti in prigione, furono bloccate sulla strada da agenti dei Servizi Segreti, condotte in un luogo nascosto e poi torturate, massacrate a colpi di bastone e strangolate, per poi essere gettate in un precipizio, a bordo della loro auto, per simulare un incidente. Episodio che ricorda cosi tragicamente l’uccisione di Ipazia che riportiamo con le parole di Edward Gibbon, “Un giorno fatale, nella sacra stagione della quaresima, fu strappata dalla sua carrozza, spogliata e trascinata alla chiesa e uccisa da Pietro il lettore e da una turba di selvaggi spietati e fanatici. Le fu staccata la carne dalle ossa con gusci d’ostrica, e furono abbandonate alle fiamme le sue membra ancora palpitanti. L’inchiesta sul delitto e la sua giusta punizione furono fermate con opportuni donativi; ma l’assassinio di Ipazia ha impresso una macchia indelebile sul carattere e sulla religione di Cirillo Alessandrino”.
 “History of the Decline and Fall of the Roman Empire”(Storia della decadenza e caduta dell’impero romano, Einaudi, 1967).

Questa esecuzione ripercorre un rituale specifico di “punizione” della donna che rifiuta la sottomissione all'Autorità. Proprio per questo e proprio in questo giorno vogliamo ricordare Ipazia, come donna, ancor prima che come scienziata o matematica.

Il 23 e il 25 novembre presso il foyer del Teatro Belli gli incaricati di Amnesty International saranno a disposizione del pubblico per informare sulle campagne in difesa dei diritti umani in corso. Amnesty International, nata nel 1961, lavora per la tutela delle libertà umane fondamentali; la sua azione si articola in tematiche come “ Io pretendo dignità”, campagna per un’azione globale contro la povertà. Inoltre, in occasione del 50° anniversario della sua nascita, Amnesty International sarà felice di donare ai nuovi soci il Passaporto dei diritti umani illustrato da J.M. Folon per attestare il desiderio dei suoi sostenitori di contribuire alla realizzazione di un mondo libero da violenza e discriminazioni.

http://www.amnesty.it/25novembre-donne.html

Prezzi:
Orari:

Piazza di Sant'Apollonia, 11 00153 Roma.

Sott'occhio

Altre notizie

info utili

Direzione Generale

Antonio Salines

Organizzazione generale

Carlo Emilio Lerici

Ufficio Stampa

segreteria scuola

biglietteria e informazioni scuola

Iscriviti alla
NewsLetter

sconti e promozioni speciali per Voi!

Con il presente invio autorizzate l'utilizzo dei vostri dati sensibili