TREND – nuove frontiere della scena europea

IX edizione – Germania

rassegna a cura di Adriana Martino e Antonio Salines

OMAGGIO A RAINER WERNER FASSBINDER

dal 10 al 22 aprile

TREND – nuove frontiere della scena europea

IX edizione – Germania

rassegna a cura di Adriana Martino e Antonio Salines

OMAGGIO A RAINER WERNER FASSBINDER

“Trend” vuole dedicare la rassegna dell’anno 2012 al trentennale della morte di Rainer Werner Fassbinder, uno dei più significativi autori di teatro e di cinema del ventesimo secolo tedeschi.

Ancora oggi la forza della sua seduzione, l’anarchia dell’anima mescolata ad un consapevole sgretolamento delle utopie politiche rendono Fassbinder nostro contemporaneo.

Fassbinder ricorre nel suo teatro e nel suo cinema alle categorie del melodramma, a quel gusto del degrado, a quel sovrappiù di senso che lo renderanno inconfondibile.

Osservatorio di eccezione è stato il suo “antiteater” al quale ha partecipato negli anni sessanta prima come attore poi come regista. E' in quella compagnia-off che può verificare il suo straordinario talento e le cui scelte determineranno il suo futuro.

Dell’antiteater vogliamo rappresentare due testi fondamentali:

“Come gocce su pietra rovente” narra le dinamiche drammatiche di un rapporto di coppia omosessuale, rapporto che viene indagato come un gioco di forze contrapposte, una continua schermaglia nella quale uno dei due contendenti deve perire. Il finale tragico della vicenda significa per Fassbinder che in amore non ci sono vincitori ma solo sconfitti.

“Pre]Paradise Sorry NOw” nel quale viene delineata la violenza e il fascismo diffuso di un universo angusto ma estendibile ad ogni tipo di società e ne vengono ricercati i segni, le tracce proprio in quell’infimo presente quotidiano esplorando la brutalità umana. Perversamente divertente, profondamente serio, è un viaggio agghiacciante che ci porta nel cuore oscuro del comportamento umano e ci sfida a cambiarlo.

Per ricordare il Fassbinder cineasta chiude la rassegna una mise en espace tratta da un celebre film: Un anno con 13 lune.

Colpito dal suicidio, avvenuto nell'estate del '78, dell'amico/amante Armin Meier, Fassbinder lo girò in 25 giorni, curandone anche la fotografia. Meditazione sulla liceità del suicidio, è uno dei suoi film più sconsolati, personali e aspri contro la società.Il titolo si riferisce alla credenza che negli anni lunari con 13 lune (tra cui il 1978) le persone molto sensibili sono soggette a profonde depressioni.

Anche quest'anno la rassegna si avvale del contributo dell'Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale e del sostegno del Goethe Institut di Roma.

Adriana Martino e Antonio Salines

Prezzi: Interi € 18,00 - Ridotti € 13,00
Orari: dal martedì al sabato alle 21 ,00 - domenica alle 17,30

Piazza di Sant'Apollonia, 11 00153 Roma.

Sott'occhio

Altre notizie

info utili

Direzione Generale

Antonio Salines

Organizzazione generale

Carlo Emilio Lerici

Ufficio Stampa

segreteria scuola

biglietteria e informazioni scuola

Iscriviti alla
NewsLetter

sconti e promozioni speciali per Voi!

Con il presente invio autorizzate l'utilizzo dei vostri dati sensibili