JOHNSON
NELLE STANZE DEL PRESIDENTE
di Andrea Baracco
dal racconto “Lyndon” di David Foster Wallace

26 - 27 giugno

GAROFANO VERDE
scenari di teatro omosessuale
XIX edizione
rassegna a cura di Rodolfo di Giammarco

JOHNSON
NELLE STANZE DEL PRESIDENTE
di Andrea Baracco
dal racconto “Lyndon” di David Foster Wallace

con Paolo Bonacelli

e con Lucas Waldem Zanforlini, Rosa Maria Tavolucci

riprese video Francesca Amitrano • luci Javier delle Monache

lettura scenica a cura di Andrea Baracco

La scrittura secca, matematica, anaffettiva di David Foster Wallace, “la mente migliore della sua generazione” secondo la definizione del New York Times; la geniale rozzezza di un controverso e molto noto politico statunitense, il senatore e poi presidente, Lyndon Baines Johnson; il carattere schivo e complesso di un giovane stagista omosessuale, David Boyd. Un testo che ruota attorno al concetto di amore e che si interroga su quanto questa parola passepartout possa, nella realtà, farsi carico delle infinite declinazioni, sfumature e significati cui si è soliti attribuirle.

Un uomo/animale, Lyndon Johnson, ossessionato dal proprio concetto di distanza, della giusta distanza, dalle persone, dalle idee, dagli affetti, che attraverso la sua energia furiosa inibisce tutto ciò che gli ruota attorno, entra in rapporto con un giovane stagista, addetto alla posta, omosessuale, dai tratti talmente sofisticati ed eleganti da rischiare la “trasparenza”, quasi l’invisibilità agli occhi altrui. Occhi che si interrogano su quale sia il rapporto che tiene uniti, sempre più uniti, due caratteri così diametralmente opposti. L’incontro tra queste due umanità, agli antipodi, crea un cortocircuito che ridefinisce i ruoli, e che colloca i due in una zona d’ombra, di ambiguità, assolutamente incomprensibile per chi osserva dall’esterno.

Il presidente e lo stagista. Lyndon Johnson e David Boyd. Le vicende della storia americana degli anni 50/60 e il privato di un giovane omosessuale “bruciato”. La malattia che coglie nello stesso momento i due protagonisti, li logora e li unisce. Fuori l’America soffre, grida. Il presidente e lo stagista trovano sempre maggiore conforto l’uno nella presenza dell’altro. Lo studio ovale diventa bunker. Lyndon e David guardano fuori dalla finestra e lì c’è una folla inferocita di giovani che gridano slogan contro il presidente, colpevole. “Quanti ragazzi ho ammazzato oggi, figliolo?” chiede Lyndon. David guarda verso il presidente, poi si siede e tira su col naso.

Prezzi: Interi € 15,00 - Ridotti € 12,00
Orari: tutte le sere alle 21,15

Piazza di Sant'Apollonia, 11 00153 Roma.

Sott'occhio

Altre notizie

info utili

Direzione Generale

Antonio Salines

Organizzazione generale

Carlo Emilio Lerici

Ufficio Stampa

segreteria scuola

biglietteria e informazioni scuola

Iscriviti alla
NewsLetter

sconti e promozioni speciali per Voi!

Con il presente invio autorizzate l'utilizzo dei vostri dati sensibili